I farmaci che prosciugano le riserve di vitamine e nutrienti

Abbiamo tutti imparato a diffidare degli effetti collaterali e indesiderati dei medicinali, ma raramente poniamo l’attenzione sulla perdita di sostanze nutritive essenziali che questi stessi provocano.

Molti farmaci sono delle molecole nuove in natura, mai esistite prima che un laboratorio farmaceutico non le mettesse a punto. Quando il corpo le assorbe, deve poi metabolizzarle (trasformarle per assimilarle) e poi, come per qualsiasi sostanza nutritiva, eliminarne i “rifiuti”, con l’azione degli enzimi e varie reazioni chimiche che coinvolgono vitamine e minerali.

Ma alcuni farmaci causano un elevato consumo di vitamine e sostanze nutrienti: ecco perché l’assunzione di medicinali, in particolare quando è regolare, provoca deficit e carenze.

E anche se il farmaco è la replica di una molecola naturalmente presente nell’organismo o in natura, può comunque aumentare i bisogni in vitamine e nutrienti.

Pillola e antibiotici riducono le riserve di magnesio

Ad esempio, quando una donna prende degli estrogeni, impoverisce l’organismo di magnesio e di vitamine B, indipendentemente dalla forma (pillole anticoncezionali, terapia ormonale sostitutiva, estrogeni sintetici o bioidentici). Anche molti antibiotici riducono le riserve di magnesio.

Il magnesio è un minerale molto importante: partecipa a più di 300 reazioni chimiche del nostro corpo. È un cofattore dell’adenosina trifosfato (ATP), che fornisce l’energia cellulare. E le vitamine del gruppo B sono altrettanto importanti: la vitamina B6 è coinvolta in circa 130 reazioni. Una sua carenza può causare ansia, calo del desiderio sessuale, ridurre i livelli di serotonina e di melatonina.

Per compensare, si devono assumere tutte le vitamine del gruppo B, perché lavorano insieme: ad esempio, non è possibile utilizzare correttamente la vitamina B6 se ti manca la vitamina B2; e non si può utilizzare correttamente la vitamina B3 se ti manca la B6.
[Vedi ad esempio il nostro Delta B e, per il magnesio, il Magnesio + FOS, il Magnesio + K o gli altri prodotti correlati]

Le statine distruggono le riserve di CoQ10

Farmaci comuni e molto diffusi, le statine (medicinali contro il colesterolo), sono ben noti per ridurre le riserve di coenzima Q, chiamato anche ubichinone (o vitamina Q), con conseguenti dolori muscolari e stanchezza.

Il CoQ10 è essenziale per la produzione dell’ATP a partire dal glucosio nei mitocondri, le piccole “centrali elettriche” che garantiscono energia alle cellule. Per apportare del buon “carburante” all’organismo, non sarà così più sufficiente un’alimentazione corretta, ma se le riserve vengono “attaccate” dai farmaci servirà anche un’integrazione di CoQ10.

Il caso cortisone e aspirina

I derivati cortisonici come il prednisone (Cortancyl) e il triamcinolone, utilizzati per il trattamento di un gran numero di malattie allergiche, immunologiche, infiammatorie e oncologiche, diminuiscono le riserve di calcio, magnesio, acido folico (vitamina B9), potassio, selenio, vitamina C e vitamina D.

Eppure, è molto raro che i medici lo segnalino ai pazienti, e prescrivano loro questi nutrienti come integratori alimentari…

Anche un farmaco comune come l’aspirina riduce le riserve di acido folico, ferro, potassio, sodio e vitamina C.
Per quanto riguarda il paracetamolo (Efferalgan), questo diminuisce il livello di glutatione, un importantissimo antiossidante che protegge le cellule dagli attacchi dei radicali liberi.

Referenze da conservare

Gli esempi di farmaci su prescrizione che distruggono le sostanze nutrienti vitali sono davvero numerosi. E le conseguenze possono interessare la tua energia, il tuo umore, la tua libido, il sistema immunitario… in breve, la tua vita!
È quindi importante informarsi ed esserne consapevoli, ogni volta che si prende un farmaco.

Probabilmente non è utile che tu lo acquisti, ma sappi che esiste un’enciclopedia medica dedicata a questo tema, dal titolo « Drug-Induced Nutrient Depletion Handbook », di Pelton e La Valle. È un po’ datata (edizione del 2001), ma tutti i medici dovrebbe averla a portata di mano nel loro studio.

Ecco, per te, una tabella che riassume i casi principali: speriamo possa esserti d’aiuto.

CATEGORIA DI FARMACINUTRIENTI DIMINUITI
ACE-inibitori (malattie cardiovascolari): Lopirin®, Xanef®Zinco, sodio
Antibiotici: penicillina, eritromicinaCalcio, magnesio, potassio, vitamina K, flora intestinale
Benzodiazepine (contro l’ansia): Valium, XanaxMelatonina
I beta-bloccanti (per le malattie cardiache)Coenzima Q10, melatonina
Pillola anticoncezionaleAcido folico, vitamine B1, B2, B3, B6, B12, vitamina C, zinco, selenio e minerali traccia
Broncodilatatori (per l’asma e problemi respiratori): Ventolin, SereventPotassio
Calcio-antagonisti (per le malattie cardiache)Potassio
Farmaci contro il diabete: Glucophage®, farmaci generici e Stagid®Vitamine B12 e B6, acido folico, coenzima Q10, zinco, magnesio, potassio
Estrogeni: Premarin, PremproVitamina B6
Anti-infiammatori non steroidei (FANS): ibuprofene, naproxeneAcido folico, ferro, vitamina C
Diuretici risparmiatori di potassio: Aldactone, SoludactoneAcido folico, ferro, vitamina C, zinco
Antidepressivi SSRI: Prozac, paroxetinaAcido folico, melatonina
Statine (abbassamento del colesterolo): Zocor, LipitorCoenzima Q10
Diuretici tiazidici: idroclorotiazide (Esidrex)Magnesio, coenzima Q10, potassio, sodio, zinco, tiamina, vitamine B6, C
Farmaci anti-ulcera (anti-H2)Vitamina B12, vitamina D, calcio, ferro, zinco, acido folico

22 commenti su “I farmaci che prosciugano le riserve di vitamine e nutrienti”

  1. Ho letto con molto interesse !
    Purtroppo siamo nelle mani dei medici curanti e non tutti sono attenti a questi ptoblemi di per sè molto seri .
    Fortunatamente due specialisti ai quali mi sono affidata privatamente , mi curano non tralasciando di supplire alle carenze causate da alcuni medicinali .
    Un medico di base al quale , terminati intervento, chemioterapia e radioterapia ,ho rivolto questa domanda :—Allora dottore , con una lunga terapìa ormonale sostitutiva siamo riusciti a procurarmi il carcinoma radicato ? —
    Risposta : –Probabilmente sì ! ___

    Rispondi
  2. Salve,
    ho iniziato un trattamento di Citalopram 20mg per curare stati di ansia, attacchi di panico e depressione; soffrendo anche di dolori muscolari, vorrei gentilmente domandare se l’integrazione di Magnesio Supremo può apportare dei benefici senza disturbare l’effetto del medicinale.
    Grazie dell’attenzione e della gentile risposta.
    Saluti,
    Francesco.

    Rispondi
    • Gentilissimo Francesco,
      sicuramente il magnesio supremo aiuta e non interferisce con la terapia che mi ha descritto.
      Detto questo, per ottimizzare il risultat,o potrebbe inserire anche Magnesio oligotracce 1 fl al mattino e 1 fl la sera.
      Saluti.

      Rispondi
  3. Salve, ho iniziato a prendere sereupin mattina e dopo pranzo, con rivotril la sera. Come posso inserire e distribuire vit. D e C , magnesio e acido folico e ferro che prendevo prima del trattamento?
    Grazie anticipatamente per la risposta
    Cordiali Saluti Nina

    Rispondi
    • Dopo colazione può assumere Sereupin, vitamina C e D, magnesio e acido folico, dopo pranzo ferro e Sereupin.

      Rispondi
  4. Buongiorno dottore prendo statine, cardioaspirina , lansoprazolo a periodi e ramipril. Con cosa posso integrare senza disturbare troppo lo stomaco? Soprattutto una vit c che non mi provochi bruciore. Grazie. Spero tanto in una sua risposta

    Rispondi
    • Buongiorno,
      le consiglio di assumere Acerola tab 1 al mattino 1 alla sera, tale formulazione non dovrebbe recare nessun disturbo a livello gastrico. Considerando però la sua terapia le consiglio PHYTORG 19 20 gtt al mattino in poca acqua.
      Saluti

      Rispondi
  5. Buon giorno per cortesia vorrei sapere se prendendo anastrozolo, eurirox ed amlodipina mi è necessario assumere altre vitamine oltre alla d.grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,
      credo che non sia necessario in base alle informazioni fornite, ma se nel periodo di cambio di stagione si sentisse più stanca, due tavolette di Acerola (vitamina C) potrebbero risultare utili.
      Saluti

      Rispondi
  6. Buonasera Dottore..da sabato sono positivo al covid.. inizialmente avevo dolori muscolari con un po’ di tosse secca e a volte grassa.. I dolori muscolari sono diminuiti mi è rimasta la tosse..il mio Dottore mi ha prescritto Deltacortene da 25 mg alla mattina e 1compressa di Brufen da 400 alla sera.. il tutto per cinque giorni.. Io cmq assumo ogni mattina una compressa da 1000 mg di Vitamina C e una compressa del gruppo vitaminico B.. secondo Lei il Brufen alla sera posso evitarlo? per la ripresa dell’attività fisica è consigliabile una visita cardiologica avendo contratto il Covid? grazie

    Rispondi
    • Buongiorno, in riferimento a quanto descritto direi di mantenere le terapia suggerita dal curante e integrare oltre a alla Vit. C e Vit. B con KOTOR ULTRA KLAMATH, 4 cps al giorno con abbondante acqua. E prima di riprendere l’attività fisica direi che un ECG sarebbe opportuno.
      Saluti

      Rispondi

Lascia un commento