Sei in: Home | Le alghe: una forza naturale

Le alghe: una forza naturale

Puro concentrato di vita, l’acqua di mare è preziosa per l’equilibrio del nostro organismo: magnesio, zinco, sodio, potassio, rame, ferro, bromo, calcio, fosforo, iodio… questa è la sua naturale composizione, una ricchissima fonte naturale di sali minerali e oligoelementi essenziali.

Tutti questi elementi che l’acqua di mare contiene in grandi quantità sono biodisponibili, cioè direttamente assimilabili dall’organismo umano, e le proprietà benefiche dell’acqua marina sono ben note.
“Il nostro organismo non è che un acquario marino, e il nostro ambiente interno non è che acqua di mare”, dichiarava alla fine dell’Ottocento il fisiologo e biologo René Quinton, constatando la somiglianza della composizione dell’acqua di mare con quella del plasma sanguigno. Questa somiglianza porta ad un riconoscimento “osmotico” dell’acqua di mare attraverso la nostra pelle, che la assimila perfettamente: al suo contatto i pori cutanei si aprono e rendendo possibile il passaggio dei minerali marini.
Questo scambio di oligoelementi permette un riequilibrio dell’intero organismo e ne aumenta la resistenza alle aggressioni esterne e ai radicali liberi.

Primi vegetali apparsi sulla terra, le proprietà delle alghe sono riconosciute da secoli: vere e proprie spugne, si adattano e si evolvono per vivere in un ambiente ostile.

Le alghe assorbono l’acqua di mare per poi espellerla conservandone solo le sostanze nutritive: sono così ricche di minerali, oligoelementi e concentrano in esse fino a 50.000 volte le proprietà dell’ambiente marino:
– 1.000 volte più iodio,
– 100 volte più calcio e
– 10 volte più magnesio, rispetto ad una pianta terrestre.

Le alghe hanno una matrice extracellulare piuttosto simile a quella dell’uomo: sono quindi facilmente assimilabili dalla nostra pelle e idratano, leniscono, rigenerano… una vera e propria fonte di giovinezza.

Erbario marino: le alghe della Bretagna

La Bretagna è il più grande campo naturale di alghe al mondo: delle più di 25.000 specie recensite, 800 varietà si trovano qui.

NatureLab ha scelto questo erbario marino per la sua linea cosmetica viso e corpo: scopriamo insieme le proprietà di queste piante meravigliose.

Finocchio marino o Critmo, Crithmum maritimum

Crithmum maritimum - finocchio marino o critmoIl finocchio marino, chiamato anche critmo, è una pianta perenne della famiglia delle Ombrellifere. Cresce sulle rocce esposte al vento e alle mareggiate, e si riconosce per la sua fragranza originale e piacevole. Si raccoglie da maggio a luglio prima della fioritura: è una specie protetta e la sua raccolta è regolamentata.
Oggi poco utilizzato e conosciuto, il Critmo in passato era molto usato per le sue proprietà terapeutiche: questa essenza favorisce i processi digestivi stimolando la secrezione gastrica e biliare, diminuisce le fermentazioni a livello intestinale contribuendo ad attenuare i dolori, stimola la diuresi, depura il sangue da tossine e da sostanze di rifiuto, svolge un’azione vermifuga nei confronti dei parassiti intestinali e combatte il rachitismo. In cucina le foglie fresche, una volta lavate, possono essere conservate sottaceto, cotte insieme al burro, impiegate come guarnizione nelle insalate e come condimento per i piatti a base di pesce e carne. I semi si utilizzano come spezia o per la preparazione di decotti, tinture e di vini medicinali.
Un tempo i marinai bretoni si portavano confetture di finocchio marino nei loro lunghi viaggi per proteggersi dallo scorbuto.

Ulva Lactuca

Alga Ulva lactucaL’Ulva lactuca è un’alga della famiglia delle Ulvaceae, comune nel Mediterraneo e nei mari freddi o temperati.
Alta fino a 30 centimetri, traslucida, di un acceso colore verde brillante, ha foglie sottili, lamellari, fissate ad un peduncolo di forma elicoidale. Viene raccolta in primavera e in autunno, le stagioni in cui presenta il suo miglior colore che riflette la ricchezza delle sostanze nutritive che contiene.
Chiamato Aosa in Giappone e lattuga di mare in Europa, viene consumata come alimento e in Bretagna si usa anche come medicazione locale per prevenire le infezioni.
Come tutte le alghe marine è molto ricca in sali minerali e oligoelementi. In particolare si caratterizza per la presenza di calcio (3g/100g) e di magnesio (2,8g/100g). Contiene tutti gli 8 aminoacidi essenziali. Presenta un discreto contenuto vitaminico (provitamina A, gruppo B e vitamina C) e di acidi grassi essenziali Omega 3(Alfa-linolenico C18:3).

Chondrus Crispus

Alga Chondrus crispusIl Chondrus crispus o chondrus è un’alga marina rossa appartenente alla classe delle Rhodophylaceae che cresce nelle acque di entrambe le coste atlantiche. Simile ad un cespuglio, è costituita da fitte ramificazioni di colore porpora di 15-20 cm e vive attaccata agli scogli esposti alla bassa marea. Viene raccolta solo da maggio a ottobre e può essere sbiancata naturalmente (essiccata sulle dune) per dare del lichene bianco.
Soprattutto sfruttata per l’estrazione di carragenina, impiegata in campo cosmetico come viscosizzante e stabilizzante di emulsioni e sistemi tensioattivi, Chondrus crispus è considerata un ingrediente assolutamente sicuro. L’alga Chondrus è usata anche comunemente in dietetica: la carragenina infatti (dal punto di vista terapeutico) è utile nella cura di disturbi come la dissenteria, le infezioni delle vie urinarie e le infezioni polmonari croniche; una densa bevanda a base di crondo crispo, limone e un dolcificante naturale veniva usata come tonico del sistema respiratorio. Durante la seconda guerra mondiale le popolazioni delle isole che si affacciano sul Canale della Manica, essendo a corto di cibo, ne consumavano abbondanti quantità: e si era constatata una diminuzione della frequenza dei raffreddori e delle infezioni bronchiali.

Laminaria Digitata

Laminaria DigitataÈ un’alga bruna della famiglia delle Laminaraceae che ha la particolarità di emergere solo in occasione di bassa marea, e può formare ampi pascoli. Le piante subacquee hanno un colore dorato alla luce del sole. Comunemente nota come kelp, la Laminaria Digitata è un’alga di mare solitamente utilizzata come fonte di sostanze nutrienti: di diversi metri di lunghezza, la raccolta si effettua da maggio a ottobre, permettendone così la ricrescita e una buona gestione delle risorse. E’ diffusa nelle fredde acque oceaniche ed abbonda in particolare lungo le rive del Mare del Nord e dell’Atlantico settentrionale.
E’ ricca di minerali vitali come iodio, ferro, magnesio, potassio e calcio. Inoltre è caratterizzata da alti livelli di acido folico e di numerose vitamine che la rendono un alimento ricco di nutrienti. L’azione riparatrice per il derma è data dagli acidi amminici che determinano il rinnovamento cellulare e preservano quel sottile strato grasso che protegge la nostra pelle.
Le Laminarie sono molto utilizzate in talassoterapia.

Laminaria Saccharina

Laminaria saccharinaÈ un’alga bruna che ha la particolarità di emergere solo in occasione di grandi mareggiate: deve il suo nome “saccharina” agli zuccheri che cristallizzano alla sua superficie quando è secca. Ha proprietà simili alla Laminaria Digitata, ed è della stessa famiglia (Laminaraceae). Di 2-3 metri di lunghezza, viene raccolta da marzo a giugno.

In fitoterapia i prodotti a base di laminaria vengono usati come dimagranti, remineralizzanti e stimolanti.
Oltre che per motivi estetici, si usano anche per fini salutistici come nel caso di insufficienza tiroidea tipica delle aree povere di iodio. L’assunzione di iodio nei soggetti con problemi di insufficiente funzionamento della tiroide permette di evitare o ridurre i fastidi tipici di questa patologia, come l’aumento di peso, il gozzo e il metabolismo lento.

La natura assiste da sempre l’uomo e gli elementi che offre a sostegno del suo benessere sono preziosi e indispensabili: le alghe sono un’eccellenza per il bilanciamento e l’elevato grado di assimilabilità dei nutrienti di cui sono ricche.

2017-03-12T22:28:33+00:00

Scrivi un commento

NatureLab11:13