Idrossitirosolo: l’aiuto naturale contro le malattie cardiovascolari

Che cos’è l’idrossitirosolo?

L’idrossitirosolo è un composto chimico vegetale e uno degli antiossidanti più potenti che la natura ci offre, presente nel frutto e nelle foglie dell’olivo.

Presentazione dell’idrossitirosolo da olivo

L’idrossitirosolo (1-(2-idrossi)etil-3,4-diidrossibenzene) da olivo è un polifenolo classificato come composto fitochimico dalle fortissime proprietà antiossidanti.
Pensa che il suo indice ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity, ovvero la capacità di assorbimento dell’ossigeno radicalico) è pari a 40,000 µmolTE/g, ovvero circa dieci volte maggiore rispetto al tè verde e almeno due volte superiore rispetto rispetto al coenzima Q10.

L’idrossitirosolo è noto con la formula chimica: C8H10O3 e la sua massa molecolare è di 154,16 g/mol

Nella sua forma pura è un liquido incolore e inodore, utilizzato per produrre estratti per impieghi fitoterapici e medicali.
È presente in quantità elevate nelle foglie di ulivo e nella polpa delle olive, il cui contenuto fenolico varia notevolmente a seconda della varietà e del tipo di lavorazione. Ad esempio, le olive nere contengono 5,78 g/kg di idrossitirosolo, mentre nelle olive verdi sono stati rilevati 4,48 g/kg di idrossitirosolo e solo tracce di altri composti fenolici 6, 7.
Il contenuto di idrossitirosolo libero aumenta con la maturazione.

Lo troviamo ovviamente anche nell’olio di oliva, nella forma di oleuropeina (ovvero l’estere dell’idrossitirosolo unito all’acido elenolico, che ne garantisce la stabilità) e, specialmente dopo degradazione, nella sua forma libera. Il gusto amaro dell’olio di oliva extra vergine è dato proprio dall’oleuropeina e dall’oleocantale.
Si stima il contenuto fenolico totale dell’olio d’oliva in intervalli da 487,5 a 1.950 mg/l e in idrossitirosolo da 20 a 84 mg/l.

I benefici dell’idrossitirosolo

Grazie alla sua azione antiossidante e antinfiammatoria, l’idrossitirosolo esercita un’ampia gamma di effetti biologici, utili per la nostra salute:

  • cardioprotettivi,
  • antiaterogeni,
  • antitumorali,
  • neuroprotettivi
  • e antimicrobici.

L’importanza dell’idrossitirosolo nella riduzione del rischio di malattie cardiovascolari è stata evidenziata anche dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), che ne ha approvato l’uso come integratore tra le sostanze in grado proteggere i lipidi presenti nel sangue dagli effetti nocivi dello stress ossidativo.1

Per quanto riguarda l’olio, l’Efsa precisa che questa indicazione può essere autorizzata solo per quegli oli che contengono almeno 5 mg di idrossitirosolo e suoi derivati (ad esempio oleuropeina e tirosolo) ogni 20 g di olio di oliva e sottolinea che l’effetto benefico antiossidante si ottiene con l’assunzione giornaliera di 20 g di olio di oliva.

Questo principio attivo ha quindi molte qualità, avvalorate anche da una perfetta resistenza ai succhi gastrici e dal suo carattere idrofilo, che gli consente di attraversare facilmente le pareti intestinali e le membrane cellulari.
È anche l’unico polifenolo in grado di penetrare senza problemi la barriera emato-encefalica, e questo lo rende un rimedio eccezionale nel trattamento dei disturbi del sistema nervoso.

Assunto per via orale l’idrossitirosolo raggiunge il plasma sanguigno entro 15-20 minuti e viene eliminato dai reni dopo 6-8 ore.

Protettore del sistema cardiovascolare

Molte pubblicazioni evidenziano i benefici dell’idrossitirosolo da olivo sul sistema cardiovascolare: assumerlo come integratore aiuta a prevenire e a trattare le patologie che interessano il cuore e i vasi sanguigni.

Infatti, questo polifenolo sarebbe in grado di mantenere il livello di colesterolo buono (HDL) nella norma e di prevenire l’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL) da parte dei radicali liberi. Ma non solo: sarebbe anche in grado di stimolare la sintesi del glutatione, un antiossidante naturalmente prodotto dall’organismo. Il glutatione svolge un ruolo molto importante, in particolare nella protezione delle cellule e dei vasi sanguigni dagli effetti deleteri dello stress ossidativo.

Grazie alla sua proprietà antiossidante, l’idrossitirosolo sarebbe benefico anche per i diabetici: un’assunzione quotidiana partecipa alla prevenzione delle complicanze dello zucchero, anche se la mancanza di studi clinici sull’uomo non consente di confermare questa proprietà.

Schematizzando, l’idrossitirosolo agisce:

  • proteggendo l’ossidazione del colesterolo LDL da parte dei radicali liberi (uno dei passaggi chiave nell’inizio dell’aterosclerosi);
  • abbassando i livelli sierici di colesterolo totale, trigliceridi e LDL;
  • mantenendo normali concentrazioni di colesterolo HDL nel sangue;
  • espletando un’azione antinfiammatoria;
  • prevenendo l’eccessiva aggregazione piastrinica (importante fattore scatenante nello sviluppo dell’aterosclerosi attraverso l’espressione di molecole di adesione);
  • riducendo la pressione arteriosa.

Kotor Colesterolo

Ti consigliamo questo preparato per il controllo del colesterolo, dell’aterosclerosi e come protezione cardiovascolare.

30 mg di idrossitirosolo + 620 mg di estratto di tè verde assunti per dose giornaliera.

Efficacia rapida e significativa in 4-6 settimane.

Kotor Colesterolo
5/stars
Favoloso! Finalmente un'alternativa alle statine, anche vegetali.

Ma vediamo altri possibili effetti benefici dell’idrossitirosolo sulla nostra salute.

La molecola ha anche attività antineoplastica o antitumorale?

Secondo alcune osservazioni questo composto fitochimico avrebbe un’attività anticancro e antitumorale ed è già stata dimostrata la sua efficacia nel trattamento del cancro al seno e al colon. Secondo uno studio2 la molecola antiossidante impedisce la proliferazione delle cellule malate e ne innesca l’apoptosi; il suo utilizzo avrebbe anche impedito la formazione di metastasi. Tuttavia, sono necessari ulteriori approfondimenti sull’uomo per confermare questa proprietà.

Prevenzione dell’osteoporosi

L’idrossitirosolo da olivo è benefico nella prevenzione dell’osteoporosi nelle donne in menopausa?

Dopo i 50 anni, la carenza di estrogeni e la diminuzione dei livelli di calcio portano ad una progressiva perdita di massa ossea. Ciò comporta un aumento della porosità e una diminuzione della densità ossea.

Secondo alcuni studi scientifici l’assunzione di questo polifenolo potrebbe aiutare a combattere questo problema. Infatti, l’idrossitirosolo svolge un ruolo nella formazione e nello sviluppo delle ossa, stimolando la produzione di osteoblasti(cellule responsabili della sintesi, della mineralizzazione e della riparazione della matrice ossea) e di condrociti (cellule che producono i componenti della matrice cartilaginea)..3 Sono necessari ulteriori studi clinici sull’uomo per confermare questo beneficio.

Sistema immunitario e allergie

Un’altra proprietà medicinale attribuita all’idrossitirosolo da olivo è la sua azione antibatterica.

È stato dimostrato che inibisce la crescita di alcuni ceppi di batteri, come Helicobacter pylori, Clostridium perfringens, Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Salmonella enterica, Yersinia sp. e Shigella sonnei nell’uomo.

Ci sono anche evidenze sulle sue proprietà antimicotiche contro Mycoplasma hominis, Pneumoniae fermentans, Fusarium sambucinum, Vericillium dahliae e Alternaria solani. Inoltre, l’idrossitirosolo può agire contro virus come l’HIV.

Potrebbe pertanto aiutare a prevenire infezioni ai sistemi respiratorio, intestinale e genitale, rafforzando il sistema immunitario.

L’idrossitirosolo riduce anche la risposta allergica, legando le molecole allergeniche e rendendole meno riconoscibili dal sistema immunitario.
I principali fenoli come l’oleuropeina e l’idrossitirosolo prevengono la degranulazione dei mastociti e possono quindi svolgere un ruolo nel trattamento dei disturbi allergici mediati dai mastociti stessi.

Quali sono le altre proprietà dell’idrossitirosolo da Olivo?

L’assunzione come integratore potrebbe essere una misura preventiva contro il declino cognitivo legato all’età o a malattie come l’Alzheimer e il Parkinson. Grazie alla sua capacità di attraversare la barriera emato-encefalica, questo polifenolo potrebbe esercitare il suo ruolo antiossidante sulle cellule cerebrali, proteggendole dagli effetti della perossidazione lipidica.

Studi in vivo forniscono evidenza degli effetti neuroprotettivi dell’assunzione orale di idrossitirosolo.
Studi effettuati sia in vivo che in vitro hanno identificato i mitocondri quali uno dei bersagli degli effetti protettivi dell’idrossitirosolo nel cervello.3, 4

Effetti positivi sono stati riscontrati sulle cellule epiteliali della retina, per cui l’idrossitirosolo potrebbe aiutare a prevenire la degenerazione maculare senile e aiutare nel glaucoma.

L’idrossitirosolo ha anche effetti dermoprotettivi: protegge dai raggi UV, riduce la pigmentazione della pelle, protegge da edemi ed eritemi causati da un’eccessiva esposizione al sole e può essere efficace anche nel trattamento della psoriasi. Ha un effetto antietà e stimola la produzione di proteine che promuovono la sopravvivenza cellulare

Come usarlo?

Sebbene l’idrossitirosolo da olivo possa essere integrato attraverso gli alimenti (come l’olio d’oliva), questo non è il modo migliore per beneficiare delle sue virtù salutari. Infatti, presente in quantità minime, non ha quasi alcun effetto sull’organismo.
È preferibile assumerlo sotto forma di integratore alimentare, ricco di principi attivi.

Solitamente l’assunzione di idrossitirosolo e polifenoli da olivo risulta ben tollerata all’organismo e non presenta controindicazioni se usato in modo appropriato. È bene che si astengano dal consumare idrossitirosolo e polifenoli da olivo i soggetti con allergia presunta o certa verso queste sostanze.

Importante da ricordare

Da ricordare:

  • La dose raccomandata per ottenere benefici dall’idrossitirosolo da olivo è di almeno 20 mg al giorno: scegli sempre prodotti puri e di qualità e controllate sempre la composizione e l’origine degli integratori.
  • Il suo abuso può causare lievi effetti collaterali come dolori di stomaco e mal di testa. Come integratore, l’idrossitirosolo deve essere assunto solo da adulti ed è sconsigliato alle donne in gravidanza o in allattamento.

Referenze

  1. EFSA Panel on dietetic products. Nutrition and Allergies (NDA) Scientific opinion on the substantiation of a health claim related to polyphenols in olive and maintenance of normal blood HDL-cholesterol concentrations. EFSA J. 2012.
  2. Fabiani R et al. « Cancer chemoprevention by hydroxytyrosol isolated from virgin olive oil through G1 cell cycle arrest and apoptosis ». Eur. J. Cancer Prev. 2002.
  3. Hagiwara K et al. « Olive polyphenol hydroxytyrosol prevents bone loss ». Eur. J. Pharmacol. 2011.
  4. Schaffer S, Podstawa M, Visioli F, et al., Hydroxytyrosol-rich olive wastewater extract protects brain cells in vitro and ex vivo, in J. Agricul. Food Chem., vol. 55, n. 13, 2007, pp. 5043–5049, DOI:10.1021/jf0703710, PMID.
  5. Schaffer S, Müller WE, Eckert GP, Cytoprotective effects of olive wastewater extract and its main constitute hydroxytyrosol in PC12 cells, in Pharmacol. Res., vol. 62, n. 4, 2010, pp. 322–327, DOI:10.1016/j.phrs.2010.06.004, PMID 20600919.

Lascia un commento