Sei in: Home | Guerra ai pidocchi con gli oli essenziali

Guerra ai pidocchi con gli oli essenziali

Si torna a scuola, e tornano i pidocchi!

Come combatterli?

Signori, l’ora è grave: si torna a scuola e puntualmente si ripresenta il problema dei pidocchi.
Il vostro medico e il vostro farmacista sapranno consigliarvi efficacemente nell’ardua lotta ma, sappiate che gli oli essenziali e l’aromaterapia si sono rivelati efficaci, sia come prevenzione per ridurre i rischi, che come trattamento di infestazioni dichiarate.

Per prima cosa, come facevano le nostre nonne, non dimenticate di usare l’olio essenziale di lavanda vera (Lavandula angustifolia), puro o diluito al 50% (se il bambino ha meno di sei anni di età): due-tre gocce dietro ogni orecchio, altrettante dietro la nuca, e qualche goccia anche su sciarpe e cappellini (e su tutto ciò che i bambini tendono a scambiarsi durante la ricreazione).

Se questo fosse sufficiente, possiamo preparare un olio aromatico anti-pidocchi, scegliendo come base l’olio di jojoba (neutro e non troppo grasso, dato che verrà applicato sui capelli) e aggiungendovi degli oli essenziali che asfissieranno e distruggeranno gli odiati pidocchi.

Quindi:

  • 10 ml di olio di jojoba;
  • 20 gocce di olio essenziale di lavanda vera (di Lavandula angustifolia: scegliete un vero olio di lavanda vera, e non altri tipi di lavanda meno efficaci);
  • 10 gocce di olio essenziale di geranio rosa (geranio che ha un forte profumo di rosa, odore che i pidocchi non apprezzano affatto);
  • 5 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano (attenzione: questo è un olio fenolato, dermocaustico e aggressivo: fate attenzione ma… à la guerre comme à la guerre).

Mescolate il tutto e applicate alla sera, sulla capigliatura del bambino, versandone sui palmi delle mani e massaggiando generosamente tutte le ciocche e la nuca. Avvolgete poi il capo in un asciugamano e lasciate agire per tutta la notte. L’indomani applicate un shampoo neutro (magari arricchito con olio essenziale di lavanda vera) e poi, con un pettine molto fine, vedrete com’è semplice eliminare le uova e i pidocchi dai capelli.
Questo preparato è consigliato dopo i tre anni e mezzo.

Ed ora ecco alcune domande/risposte per conoscere meglio i pidocchi, ospiti indesiderati, e sbarazzarsene.

Si prendono i pidocchi perché si è sporchi?
No. I pidocchi possono infestare chiunque e, anche se l’igiene è importante, non fanno distinzioni di sorta. È importante quindi non far sentire in colpa il bambino.
Si noti che i capelli lunghi, lo scambio di cappelli e sciarpe e la vicinanza (bambini in gruppo) favoriscono la contaminazione.

I pidocchi saltano da una testa all’altra?
No. E neppure volano. Si aggrappano al cuoio capelluto e si nutrono del nostro sangue: è questo che causa prurito.

Come sapere se si hanno i pidocchi?
Il prurito è un buon indizio. Si possono poi esaminare ciocca per ciocca i capelli, con un pettine fine anti-pidocchi. Si fa su un telo o un asciugamano, e si osserva ciò che eventualmente è caduto.

I pidocchi resistono allo shampoo?
Si. I loro orifizi respiratori si chiudono e l’acqua scivolo su di loro senza alcun effetto. Solo pochi shampoo anti-pidocchi sono efficaci ma sempre meno, perché i parassiti hanno sviluppato una certa resistenza.

I pidocchi sono resistenti all’olio?
No. Oli vegetali di cocco, di jojoba o d’oliva possono essere applicato sui capelli per soffocare i pidocchi. Per aumentare l’efficacia del trattamento, si aggiungono oli essenziali di lavanda, geranio, tea-tree o chiodi di garofano.
Contate 30-40 gocce al massimo di oli essenziale per preparare 12 ml di olio anti-pidocchi. Applicare sui capelli per tutta la notte, mai prima di 3-4 anni di età.

Eccovi un’altra ricetta altrettanto efficace:

  • 30 gocce di olio essenziale di lavanda vera;
  • 30 gocce di olio essenziale di tea-tree;
  • 30 gocce di olio essenziale di geranio rosa;
  • in 50 ml di olio vegetale di nocciole o di jojoba.

Quest’olio è da applicare generosamente su tutta la capigliatura e si avvolge poi la testa con un asciugamano per la notte. La mattina seguente, si pratica uno shampoo delicato con olio essenziale di lavanda vera.
Da ripetere due o tre volte alla settimana a seconda dei risultati.
Due settimane dovrebbe essere sufficiente per eliminare tutto.

In caso di pediculosi comprovata, chiedete aiuto ad un farmacista specializzato in aromaterapia, per avere i consigli adeguati all’età del bambino.

2016-10-18T14:09:42+00:00

Scrivi un commento

NatureLab16:39