Sei in: Home | Un olio contro le macchie bianche

Un olio contro le macchie bianche

Esiste un olio vegetale poco conosciuto efficace per la macchie bianche

È sorprendente: gli oli vegetali possono curare i problemi della pelle. Ecco una soluzione contro le macchie bianche che possono apparire sulla tua pelle: che tu sia giovane o anziano, uomo o donna.

Se fai parte di quell’1% della popolazione che è colpito da macchie bianche sulla pelle, significa che i tuoi melanociti (cioè le cellule che producono la melanina, il pigmento che colora la pelle) non funzionano più correttamente.
Diverse sono le cause che possono essere responsabili dell’inattività dei melanociti: i traumi della pelle (ferite, tagli, intense scottature), l’acne o l’invecchiamento. Ma il più comune è la vitiligine (o leucodermia), una malattia cronica della pelle, non contagiosa, ad eziologia forse autoimmune, di origine sconosciuta (si sospetta sia ereditaria e genetica) e caratterizzata dalla comparsa di chiazze non pigmentate, cioè bianche.

Qual’è il ruolo dei melanociti?

I melanociti producono melanina. Questo pigmento colorato si diffonde nello strato corneo e la rende color marrone: è l’abbronzatura che impedisce gli effetti dannosi dei raggi ultravioletti.
I melanociti si trovano nello strato più profondo dell’epidermide. Ci sono circa 2.000 melanociti per millimetro quadrato sul volto e tra i 1.000 e i 1.500 melanociti per millimetro quadrato sul resto del corpo, indipendentemente dal colore della pelle.

Come attenuare in profondità la visibilità delle macchie bianche?

Sono stati fatti studi riguardo ad un olio vegetale originario dell’India, usato da secoli nel trattamento della lebbra, una malattia che distrugge anch’essa le cellule della pelle, tra cui i melanociti. Si tratta dell’olio di chaulmoogra, che proviene da un albero chiamato Hydnocarpus kurzii (o Taraktogenos kurzii). L’olio di chaulmoogra ha un effetto sulla pigmentazione delle aree cutanee acromiche (poco o nessun pigmento) per migrazione della pigmentazione dalle zone pigmentate vicine.
Questa azione “omogeneizzante della pigmentazione”, dovuta alla presenza di acidi grassi specifici (acidi chaulmoogrici, ginocardico), aiuta alla distribuzione della melanina verso le aree depigmentate (macchie bianche).

Da notare inoltre che l’olio di chaulmoogra procura un’abbronzatura più omogenea e un colore più luminoso: è l’ideale per accelerare e prolungare l’abbronzatura.

Attenzione: da solo non tratta la vitiligine. Dobbiamo accompagnarlo ad un cocktail di oli essenziali che possano ri-stimolare i melanociti anestetizzati.

Formula antimacchie per armonizzare la pelle

Da applicare 2 volte al giorno, non appena le macchie bianche compaiono (come ad esempio in estate).

  • Olio di chaulmoogra (Hydnocarpus kurzii), 22 ml;
  • Olio di rosa muscata (Rosa rubiginosa), 7 ml;
  • Vitamina E, 15 gocce.

Formula completa per la vitiligine

Da applicare 2 volte al giorno fino a sparizione.

  • Olio chaulmoogra (Hydnocarpus kurzii), 14 ml;
  • Olio di semi di olivello spinoso (Hippophae rhamnoides), 13 ml;
  • Olio di geranio rosato (Pelargonium graveolens), 15 gocce;
  • Olio di geranio rosato (Pelargonium graveolens), 15 gocce;
  • Olio di erba moscatella (Salvia sclarea), 15 gocce;
  • Vitamina E, 25 gocce.

Hai ancora una speranza?

Ecco un suggerimento per sapere se i melanociti sono definitivamente inattivi: basta guardare se la peluria presente in queste macchie bianche è o meno depigmentata (cioè bianca). Se non lo è, significa che restano dei melanociti attivi e quindi il trattamento per stimolarli è adeguato: tocca a te!

2017-03-21T12:13:36+00:00

Scrivi un commento

NatureLab18:40