Oligotracce, come combinare gli oligoelementi?

L’oligoterapia (e l’impiego di oligotracce) è nata all’inizio del XIX secolo.

È a partire da questa data che gli oligoelementi, prima considerati come impurità, poi come errori di analisi, hanno finalmente visto riconosciuto il loro ruolo biologico.
Ma è solo negli anni Settanta che il ruolo terapeutico delle oligotracce è stato finalmente accettato.

Nel mondo della medicina naturale, l’uso di oligoelementi è ormai comune, ma pochi osano allontanarsi dai sentieri battuti quando si tratta di usarli in combinazione.
Ecco le nostre migliori sinergie per trattare le patologie più comuni.

Gli oligoelementi attivi noti come utili sono una trentina.
In passato, la nostra dieta era sufficiente a fornire quantità sufficienti di oligotracce.
Rare carenze alimentari si sono verificate in aree in cui di solito solo un elemento era carente nel terreno, e a condizione che gli individui si nutrissero solo ciò che era coltivato localmente: per lungo tempo, ad esempio, gli abitanti delle Alpi sono stati carenti di iodio, e soffrivano di gozzo.

Oggi, paradossalmente, la vita moderna comporta diversi “blocchi” causati da elementi esterni (quali medicinali, tabacco, alcool, ritmi di vita, stress…) e questo genera molte carenze individuali.
Queste carenze, apparse di recente, sono all’origine di molte patologie e l’oligoelemento “bloccato” non svolge più il suo ruolo di catalizzatore enzimatico essenziale per tutte le nostre funzioni organiche, come immunità, assimilazione, rigenerazione.

Le reazioni delle oligotracce non sono più proporzionalmente sufficienti o abbastanza veloci (tempo fisiologico) per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Nonostante le minime quantità di oligoelementi di cui abbiamo bisogno, la loro attività terapeutica è essenziale. L’organismo li riconosce come sostanze “amiche”, che fanno parte delle sue strutture, e le integra immediatamente.

Per accelerare ulteriormente questa assimilazione, viene generalmente effettuata una ionizzazione che permette all’oligotraccia con un valore elettrico positivo o negativo di passare attraverso le membrane cellulari delle mucose nella bocca, poi nell’intestino e quindi nella cellula.

L’oligoelemento ionizzato può essere ionizzato solo in forma liquida, la sua dinamizzazione è ottenuta per mezzo di ultrasuoni, calore e centrifugazione.
In questa forma l’oligotraccia può garantire immediatamente la sua attività catalitica.

Le oligotracce sono più efficaci quando sono in sinergia

Nessun metabolismo può essere ridotto ad una singola reazione indipendente dal resto del corpo ed è facile immaginare che funzioni complesse come la digestione, l’immunità e la resistenza del sistema nervoso non possano essere ripristinate con il contributo di un singolo elemento.

Poiché qualsiasi prescrizione di oligotracce può essere solo poli-oligo-terapeutica, il controllo delle sinergie diventa essenziale.
Oggi esistono solo pochi semplici complessi (Rame-oro-argento, Manganese-cobalto…): ecco alcune formule che possono aiutarti con i tuoi problemi di salute.

QUI TUTTE LE OLIGOTRACCE

  • Allergie
    Asma, rinite allergica, febbre da fieno, congiuntivite, autointossicazione, disturbi dermatologici, vaccinazioni.
    • Combinazione oligotracce: Manganese, Cobalto, Rame, Fosforo, Zolfo.
    • Proprietà: desensibilizzante, regolatore del fegato, diuretico da associare ai complessi utilizzati per i disturbi digestivi, insufficienza renale e drenaggio.
  • Anemia
    Affaticamento, emorragie, gravidanza, ipotensione.
    • Combinazione oligotracce: Ferro, Rame, Cobalto, Iodio, Manganese, Rame, Iodio.
    • Proprietà: anti-anemico, ossigenazione cellulare, ipertensivo, stimolante dell’ematopoiesi.
  • Costipazione
    • Combinazione oligotracce: Zinco, Nichel, Cobalto, Zolfo, Manganese, Magnesio.
    • Proprietà: lassativo delicato, drena e stimola il fegato, il pancreas e la cistifellea. Stimola la peristalsi intestinale.
  • Depressione, nervosismo, ansia
    Aggressione, agitazione, emotività, insonnia, mania, emicrania, psicodermatosi, periodi di astinenza (fumo, alcol, droghe, farmaci).
    • Combinazione oligotracce: Manganese, Cobalto, Litio, Potassio, Fosforo, Magnesio, Zinco.
    • Proprietà: regolatore del sistema di masticazione neuro-psy per adulti, antispasmodico, calmante, diuretico.
  • Disfunzioni
    Obesità, cellulite, frigidità, impotenza, sterilità, rachitismo, perdita o diminuzione dell’appetito.
    • Combinazione oligotracce: Manganese, Zinco, Rame, Iodio.
    • Proprietà: stimola le ghiandole endocrine (ghiandole tiroidee surrenali – gonadi).
  • Stati influenzali
    Diminuzione delle difese immunitarie, stanchezza, influenza, raffreddore, disturbi otorinolaringoiatrici, colibacillosi, prevenzione invernale.
    • Combinazione oligotracce: Rame, Oro, Argento, Magnesio, Zinco, Manganese.
    • Proprietà: stimolante generale, antinfettivo, anti-infettivo, anti-coli.
  • Insufficienza renale
    Ritenzione idrica, acidosi, ipertensione, reumatismi, gotta.
    • Combinazione oligotracce: Potassio, Iodio, Magnesio, Litio, Fosforo.
    • Proprietà: Diuretico, depurativo, drenante e disintossicante.
  • Malattie degenerative
    Cancro, cataratta, malattie cardiovascolari, senescenza, invecchiamento della pelle.
    • Combinazione oligotracce: Zinco, Rame, Ferro, Manganese, Selenio.
    • Proprietà: antiossidante, anti radicali liberi.
  • Gestione del peso e obesità
    Disfunzione tiroidea, ritenzione idrica, disturbi epatici e renali, cellulite, appetito irregolare, voglie, digestione difficile.
    • Combinazione oligotracce: Zinco, Zolfo, Iodio, Magnesio, Nichel, Potassio, Cobalto, Litio, Manganese.
    • Proprietà: drenante epatico e renale, regolatore del sistema ormonale e neurovegetativo, depurativo e ipoglicemico.
  • Menopausa e andropausa
    Vampate di calore, instabilità dell’umore, ansia, peso, disturbi digestivi e cardiovascolari, ritenzione idrica.
    • Combinazione oligotracce: Zinco, Iodio, Magnesio, Cobalto, Litio, Manganese.
    • Proprietà: regola il sistema ormonale, il sistema neuropsichico e diuretico.
  • Reumatismi degenerativi
    Osteoartrite, osteoporosi, crescita ossea, perdita di capelli, unghie fragili, rachitismo, iperlessia osteoligemica, fratture, cavità.
    • Combinazione oligotracce: Fluoro, Fosforo, Iodio, Zolfo, Calcio.
    • Proprietà: potente rimineralizzante. Associare o alternare con gli oligoelementi “Reumatismi infiammatori” e “Stimolante”.
  • Reumatismi infiammatori
    Artrite, reumatismo articolare acuto, artrite reumatoide, osteoartrite, spondilite anchilosante, gotta, reumatismo degenerativo, osteoporosi, lassità dei legamenti.
    • Combinazione oligotracce: Manganese, Cobalto, Zinco, Rame, Magnesio, Potassio, Litio.
    • Proprietà: antinfiammatorio, rigenerazione ossea, rimineralizzante, analgesico leggero. Per il trattamento di osteoartrite, osteoporosi, guarigione delle fratture, associare ai complessi “Stimolante” e “Reumatismi degenerativi”.
  • Stimolante
    Cura stagionale, stimolante generale, stanchezza, dieta squilibrata, dieta, convalescenza, adolescenza, gravidanza, allattamento al seno.
    • Combinazione oligotracce: Cobalto, Rame, Oro, Argento, Iodio, Litio, Manganese, Magnesio, Potassio, Ferro, Zinco,  Selenio, Zolfo, Nichel, Calbcio, Fosforo, Cromo.
    • Proprietà: stimolante generale, tonico.
  • Disturbi cardiovascolari
    Ipertensione, malattie cardiache, tachicardia, infarto, disturbi circolatori, vene varicose, varicosità, emorroidi, flebiti, edemi, crampi, arteriosclerosi.
    • Combinazione oligotracce: Manganese, Cobalto, Iodio, Litio, Selenio, Cromo, Vanadio, Magnesio, Potassio.
    • Proprietà: regolatore cardiaco, ansiolitico, spasmolitico, anticolesterolo, tonico venoso e linfatico.
  • Disturbi digestivi
    Diabete NIDDM, colesterolo, gas, gonfiore, aerofagia, acne, desiderio di zucchero, obesità, perdita o diminuzione dell’appetito, psoriasi e alcuni eczemi.
    • Combinazione oligotracce: Zinco, Nichel, Cobalto, Zolfo, Manganese, Cromo.
    • Proprietà: drena e stimola il fegato, il pancreas e la cistifellea, antidiabetico.
  • Disturbi muscolari
    Curvature, tetania, stanchezza, tremori, scarso recupero dallo sforzo, crampi, preparazione alle competizioni, pause invernali.
    • Combinazione oligotracce: Rame, Ferro, Magnesio, Potassio, Fosforo.
    • Proprietà: ossigenazione cellulare, anti-tetano.

QUI TUTTE LE OLIGOTRACCE

14 commenti su “Oligotracce, come combinare gli oligoelementi?”

  1. Ho comprato in fiale, il magnesio, litio e fosforo. Per ansia da prestazione, memoria e principio di menopausa…come devo assumerli durante ilgiorno? Oppure vanno presi insieme?grazie se poteste darmi una spiegazione ve ne sarei grata.

    Rispondi
    • Buongiorno,
      Magnesio oligotracce 1 fl al mattino 1 fl la sera
      Fosforo oligotracce 1 fl al mattino e a distanza di 15 minuti litio 1 fl.

      Rispondi
  2. Due anni dopo il servizio militare sono diventato ipersensibile al freddo.
    Sono passati 40 anni, non sono più riuscito a riequilibrarmi.
    Mi ritrovo acth alto e cortisolo nelle urine alto.
    Ci sono oligoelementi che possono Aiutarmi?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      un’integrazione utile per migliorare il quadro descritto sarebbe:
      1 fl fosforo oligotracce associato a 1 fl magnesio oligotracce a stomaco vuoto mattina e sera e 1 fl bismuto oligotracce sempre a stomaco vuoto al mattino a giorni alteri.
      Il tutto per almeno tre mesi.
      Saluti

      Rispondi
  3. Mio figlio ha 16 anni, allergico e asmático, cagionevole in generale come se il suo sistema immunitario funzionasse troppo o troppo poco. Ho provato di tutto e di più ma non riesco a curarlo con omeopatia e fitoterapia. Purtroppo sta bene solo sotto farmaci come aliflus. Mi hanno fatto oligo-élément come manganese, fosforo e zolfo. Vi risulta?

    Rispondi
  4. Buongiorno dottor Tacconi, per uno stress surrenalico che porta tutti i sintomi del caso viene consigliato rame zinco però essendo che le dosi giornaliere non ne servono molte e se uno riesce a inserirle col cibo con gli oligoelementi non si fa in surplus? Come e per quanto vanno assunti? Anche perché sono anni che ho le gambe nella parte bassa rosse e con una macchia rossa e nessun medico riesce a farmele risolvere. Grazie.

    Rispondi
    • Salve Sabrina, sfortunatamente dal cibo non riusciamo ad integrare quanto serve e quindi l’integrazione è necessaria e non si incorre in nessun accumulo., 1fl di entrambe ogni giorno al mattino prima di colazione (a stomaco vuoto) sotto la lingua.
      Saluti

      Rispondi
    • Il Litio (come tutte le oligotracce) si assume solitamente una fiala al mattino e una alla sera. Le consiglio di associarvi anche Magnesio oligotracce 1 fl la mattina, 1 fl dopo pranzo e 1 fl dopo cena e Magnesio B6 rodiola più griffonia 1 cps la mattina 1 cps la sera.

      Rispondi

Lascia un commento