Moringa: descrizione, benefici, impiego

La Moringa oleifera, conosciuta anche come l’albero della vita, è stata utilizzata per le sue virtù nutrizionali per decenni dalle ONG nei piani di lotta alla malnutrizione.

Poco conosciuta fino a qualche anno fa, la Moringa è sempre stata considerata un alimento e, come tale, è stata utilizzata.
Successivamente, sono stati condotti studi clinici e accademici che hanno confermato gli incredibili valori nutrizionali di Moringa ma anche le sue numerose virtù, benefiche per il nostro organismo.

Che cos’è la Moringa?

Moringa, scientificamente chiamata Moringa Oleifera, è un albero tropicale della famiglia monotipica delle Moringacee.
Le condizioni necessarie per la sua rapida crescita non sono compatibili con il nostro clima: originaria dell’India, la troviamo solo in altri paesi caldi come l’Africa, il Sud America e i Caraibi, dove viene coltivata nei cortili e nei giardini delle case.

Di solito impiega dai 3 ai 6 mesi per produrre le prime foglie e un anno e mezzo per il primo raccolto di frutti.
L’albero di Moringa fornisce una moltitudine di servizi: può misurare fino a 10 metri di altezza (fa una bella ombra alle case), è resistente alla siccità e possiede molte parti commestibili e fonti di cibo: che siano le radici, le foglie o i semi della Moringa, tutte sono utili per una dieta sana e ricca di nutrienti.

Infatti…

  • I semi hanno un’elevata quantità di vitamina C e un contenuto moderato di vitamina B e di oligoelementi. Sono utilizzati anche per la depurazione dell’acqua.
  • Le radici sono usate come condimento, visto il loro alto contenuto di polifenoli.
  • Le sue foglie sono sicuramente le più ricche di sostanze nutritive,  composte dal 30% di proteine e dal 15% di fibre. Contengono anche fitonutrienti, vitamine A, B, C ed E, aminoacidi e minerali come magnesio, potassio, ferro e calcio.
    Vengono consumate crude o cotte, a seconda delle regioni, in modo da fornire tutta la loro ricchezza nutrizionale.

Nella medicina ayurvedica, che impiega la Moringa da secoli, si usa tutto l’albero: radici, corteccia, frutti e foglie. In nutrizione, sono queste ultime due parti che vengono consumate, con un vantaggio per le foglie, molto più interessante dal punto di vista nutrizionale.

Le sue proprietà

Moringa è uno dei nuovi super food da avere in dispensa. Questo tesoro nutrizionale non è certo sfuggito all’attenzione delle ONG che lottano contro la malnutrizione: dalla Croce Rossa all’UNICEF, tutte conoscono e hanno integrato la Moringa nei loro programmi.

E, a ragion veduta!

Moringa è estremamente ricca di minerali (calcio, potassio, ferro, magnesio), vitamine A, C, E, proteine di ottima qualità (contenenti i 9 aminoacidi essenziali), antiossidanti.

Il suo principale punto di forza è lo spettro nutrizionale molto ampio ed equilibrato: la Moringa contiene tutto ciò che serve (a parte la vitamina B12), cosa piuttosto rara per una pianta.
A parità di peso, le foglie fresche di Moringa contengono:

  • il doppio di proteine rispetto allo yogurt,
  • 4 volte più vitamina A delle carote,
  • 3 volte più potassio delle banane,
  • 7 volte più vitamina C delle arance,
  • 4 volte più calcio del latte (e meglio assimilato dal nostro corpo poiché è a basso contenuto di ossalati).

Che altro?
Tanto magnesio quanto il cioccolato fondente!

Spesso paragonata alla spirulina, Moringa contiene meno proteine (25 g per 100 g), ma più calcio, ed è particolarmente adatta per chi soffre di osteoporosi, per i bambini in crescita, per gli intolleranti al lattosio.

È comunque pur sempre un’ottima fonte di proteine (ha gli stessi valori nutrizionali delle proteine animali) e di  ferro,  cibo quindi molto interessante per vegetariani e vegani.

Ricco di magnesio, l’“albero della vita” (alias Moringa) è anche un alleato degli atleti.

Ricca di antiossidanti, protegge il sistema immunitario e aiuta a regolare gli ormoni.

Le sue proprietà sono scientificamente riconosciute e sono state utilizzate per secoli nella medicina ayurvedica per contrastare il diabete, l’ipertensione, le malattie cardiovascolari e molti altri disturbi.

Grazie alle sue numerose virtù, Moringa è nota per curare e alleviare varie malattie ed anche per la ricchezza nutrizionale delle sue foglie.
Queste sono la parte più utilizzata della pianta (essiccate o in polvere), e offrono un alto contenuto di nutrienti per poche calorie.

Foglie di Moringa oleifera
Valori nutritivi medi per 100 g
Apporto energeticoVitamineMinerali e oligoelementi
Joules270,0 kJVit A0,378 mgCalcio185 mg
(Calorie)(64,0 kcal)Vit B10,257 mgFerro4,00 mg
ComponentiVit B20,660 mgMagnesio147 mg
Glucidi8,28 gVit B3 (o PP)2,220 mgManganese0,36 mg
Fibre2,0 gVit B50,125 mgFosforo112 mg
Proteine9,40 gVit B61,200 mgPotassio337 mg
Lipidi1,40 gVit B90,04 mgSodio9 mg
Acqua78,66 gVit C51,7 mgZinco0,6 mg

La polvere di foglie di Moringa (creata dalle ONG che la utilizzano da circa trent’anni per combattere la malnutrizione), può essere aggiunta in cucina come condimento, proprio come la spirulina.

Moringa aiuta anche a mantenere un organismo sano aumentando l’efficienza del fegato, dato che la sua ricchezza in acido caffeoilchinico favorisce la digestione e stimola la bile, che spinge all’eliminazione delle tossine (è così un ottimo alleato nelle cure di disintossicazione).

Non dimentichiamo poi il suo contenuto di acidi grassi ricchi di omega 3 e pochi omega 6, in un equilibrio ideale per aiutare il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario.

La sua ricchezza di antiossidanti protegge dall’invecchiamento cellulare e da varie altre malattie.

La polvere di Moringa è anche un’ottima maschera per capelli e, grazie alle sue virtù rinforzanti e idratanti, agisce come cura anti-caduta e anti-forfora.

Comunque, nella sua forma in polvere, dal gusto di spinaci delizioso e leggero, puoi aggiungere Moringa alle varie bevande calde o fredde (tè, frullati, succhi di frutta, zuppe, ecc.).
La quantità ideale è di 2 – 4 cucchiaini di polvere al giorno, cioè circa 2,5 – 5 g.
Per scopi nutrizionali, è possibile consumarne dagli 8 ai 12 g al giorno.
In caso di dubbi, chiedi consiglio al tuo medico o ad uno specialista in nutrizione.

Attenzione: vista la sua ricchezza in vitamina A, Moringa non è raccomandata alle donne incinte o che allattano, e neppure a persone soggette a calcoli renali e ipoglicemia.

Dieta e Detox: i semi di Moringa

Per quanto poi riguarda la “linea”, l’estratto di semi Moringa è un ottimo integratore alimentare che agisce come:

  • soppressore dell’appetito;
  • aiuta a ridurre l’assorbimento dei grassi grazie alle sue fibre;
  • le sue proprietà stimolanti favoriscono la digestione e il funzionamento del metabolismo;
  • previene l’accumulo di grasso addominale e aiuta a mantenere una dieta sana ed equilibrata.
Moringa
I semi di Moringa favoriscono la funzione digestiva, la regolarità del processo di sudorazione, la normale circolazione del sangue, il metabolismo dei lipidi e l’equilibrio del peso corporeo.
20 ampolle da 15 ml

Moringa
5/stars
Come da oggetto, ottimo rapporto qualità / prezzo. La moringa funziona.

Bibliografia

  1. Le Moringa Oleifera, un Arbre Qui Fait Tout – de Kpatcha Kpowbie
  2. Moringa oleifera et développement durable de dja & mpomo, Est cameroun – de Anastasie Solange Ngo Gwem
  3. Moringa Genus: A Review of Phytochemistry and Pharmacology, Nur Zahirah Abd Rani, Khairana Husain, Endang Kumolosasi, 2018
  4. Cultivation, Genetic, Ethnopharmacology, Phytochemistry and Pharmacology of Moringa oleifera Leaves: An Overview ; Alessandro Leone, Alberto Spada, Alberto Battezzati ; 2015

Lascia un commento