Sei in: Home | Infezioni urinarie: la tisana che può salvarti dagli antibiotici

Infezioni urinarie: la tisana che può salvarti dagli antibiotici

Una donna su due soffre di infezioni urinarie nel corso della sua vita. Per alcune, purtroppo, accade anche due volte al mese!

Poiché le recidive sono frequenti, quando si entra nel circolo vizioso degli antibiotici…

Infezioni urinarie: se le trascuri, torneranno…

Una persona colpita da un’infezione talvolta esita a ricorrere agli antibiotici. Il timore è giustificato: spesso l’uso di un antibiotico comporta effetti collaterali e, purtroppo, recidive.

In effetti questi farmaci alterano la qualità del nostro microbiota, e sono spesso all’origine stessa dell’infezione. Peggio ancora: ricorrere sistematicamente agli antibiotici può rendere i batteri più resistenti.

Cosa fare?

I primi riflessi da adottare sono:

  • bere di più;
  • evitare i tamponi interni;
  • evitare la biancheria intima sintetica;
  • curare l’igiene personale (tutti i giorni e dopo un rapporto sessuale) con un detergente al pH neutro senza sapone;
  • combattere la stipsi.

Per evitare gli antibiotici, c’è solo una cosa da fare: far sloggiare i batteri: una buona tisana antisettica e diuretica sarà perfetta. Ma devi agire rapidamente per ottenere un effetto positivo entro due giorni al massimo: non aspettare che i batteri ti spediscano in ospedale perché risalgono ai reni…

Se l’infezione urinaria non scompare dopo due giorni, rivolgiti al tuo medico.

Alle vostre infusioni!

Ingredienti:

    Mescolare in pari quantità:

  • Uva ursina (foglie),
  • Erica (sommità fiorite),
  • Solidago (pianta).
  • Mirtillo (foglie).
  • Mirtillo (frutti).

Preparazione

4 cucchiai di miscela in 1 litro di acqua fredda, porta ad ebollizione, poi spegni la fiamma e copri per 10 minuti.
Filtra e bevi la tisana durante il giorno.
Prevedi una cura di 10 giorni, ma i sintomi dell’infezione urinaria devono scomparire nel giro di due giorni. In caso contrario, consulta il tuo medico.

Piante & virtù

L’Uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi) accelera il flusso di urina. Il suo effetto antisettico prende di mira i batteri spesso coinvolti, in particolare l’Escherichia coli e la Candida albicans .

L’Erica (Calluna vulgaris) ha proprietà antisettiche simili a quelle dell’uva ursina. È anche antinfiammatoria.

Anche la Verga d’oro o solidago (Solidago virgaurea) è antisettica. Lenisce l’infiammazione e gli spasmi causa dei dolori della cistite.

I tannini delle bacche e delle foglie di Mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) rafforzano la barriera intestinale che impedisce la migrazione dei batteri fino al sistema urinario. Puoi anche berlo, il succo di mirtillo, a condizione però che sia vero mirtillo selvatico.

2017-07-11T12:00:35+00:00

Scrivi un commento

NatureLab10:49