Fitoterapia: il kit autunnale

Le soluzioni dalla fitoterapia per prepararsi alla stagione fredda

Stanchezza, raffreddori a ripetizione, morale basso… Anche se sono comuni, questi malanni autunnali sono evitabili e, un’aiuto importante per mantenere salute e vitalità durante la stagione autunnale e per prepararsi all’arrivo dell’inverno, arriva dalla fitoterapia.

Il freddo è un fattore che favorisce le malattie virali e microbiche, poiché è una stagione in cui le nostre difese immunitarie sono naturalmente diminuite. Ecco perché in autunno e in inverno c’è una maggiore frequenza di malattie del sistema respiratorio causate principalmente da virus.

È un circolo vizioso: più fa freddo, più l’organismo diventa vulnerabile, più i virus sono virulenti e più è difficile resistere.

Senza aspettare i primi freddi, puoi già rafforzare le tue difese naturali grazie alla fitoterapia: ecco dei principi attivi decisamente utili e semplici da adottare, che la naturopatia ben conosce.

Per prevenire raffreddori, mal di gola e altri problemi ORL: rafano nero e carciofo

Prima di tutto, prepariamo i nostri filtri naturali…

Il rafano nero e il carciofo aiutano a drenare l’organo spesso responsabile dei problemi ORL (orecchie – naso – gola): il fegato. Fortemente sollecitato durante tutto l’anno, ha bisogno di essere alleggerito, idealmente in autunno e in primavera.

Come?
Con un trattamento di 20 giorni: una fiala ogni mattino a stomaco vuoto, diluita in mezzo bicchiere d’acqua.
L’ideale sarebbe aspettare mezz’ora prima di fare colazione.

In autunno si può programmare una cura da metà settembre a fine ottobre, mentre in primavera si consiglia di effettuarla verso fine marzo-inizio aprile.

Mai per più di 3 settimane.

Attenzione: durante la cura possono verificarsi leggeri effetti collaterali (piccoli brufoli, nausea). Contrariamente alle… “apparenze”, questo è un buon segno: significa che avevi davvero bisogno di una detossificazione, e che la fitoterapia sta funzionando. Gli effetti collaterali spariranno da soli o, ancor meglio, puoi associare un buon drenante per favorire lo smaltimento delle tossine.

Rafano Nero BIO
Ligne Dren Detox
Tè Verde, Alburno di Tiglio, Betulla, Finocchio, Tarassaco, Spirea Ulmaria, Carciofo, Rafano Nero.

Rafano Nero BIO
5/ stars
Il mio detossificante preferito!
Carciofo BIO
Carciofo BIO
Tonico e digestivo

Carciofo BIO
5/ stars
Un pochino amaro... ovviamente. Ottimo prodotto.

Suggerimento: il metodo del limone caldo (un trucco della nonna efficace): spremi il succo di mezzo limone in un bicchiere di acqua tiepida e bevilo al mattino, a stomaco vuoto.

Estratto di semi di pompelmo

L’estratto di semi di pompelmo è efficace sia come prevenzione che come trattamento delle infezioni, ed ha il vantaggio di avere un gusto gradevole.
È facile da prendere e può essere dato anche ai bambini.
È conosciuto anche per pulire il tratto digestivo.

Come usarlo? Mezza fiala di estratto in un bicchiere d’acqua per un bambino e une fiala per un adulto.
Come prevenzione, una volta al giorno al mattino. Come trattamento, due volte al giorno, idealmente al mattino e alla sera, a stomaco vuoto o tra i pasti.

Il trattamento ideale in fitoterapia dura tre settimane.

Estratto fluido di semi, polpa e scorze di Pompelmo BIO
Contro i disturbi delle vie respiratorie e per contrastare i sintomi da raffreddamento.
Germicida ad ampio spettro, tale da poterlo definire come un autentico “antibiotico” naturale (pare sia efficace contro 800 tipi diversi di batteri e 100 diversi tipi di funghi). Antiossidante.

Estratto fluido di semi, polpa e scorze di Pompelmo BIO

Sappi che in caso di calo o perdita di voce, puoi versare alcune gocce direttamente in gola e lasciate agire per alcuni minuti.

Fitoterapia per combattere lo stress e migliorare l’umore: la Griffonia Simplicifolia

Hai la tendenza ad avere piccole compulsioni alimentari, difficoltà di concentrazione o anche una forte sensazione di stanchezza e/o di tremore verso le cinque del pomeriggio? Questi problemi sono certamente legati a una mancanza di serotonina. La soluzione? Griffonia Simplicifolia.

La si assume in capsule, per cicli di trattamento abbastanza lunghi: tutto l’autunno e anche oltre durante l’inverno, se necessario. Ottima l’associazione con il magnesio, la Rodiola e la vitamina B6 in questo preparato di Ligne de Plantes.

Equilibrio del sistema nervoso e metabolismo energetico
60 capsule per 30 giorni
o, per aumentare rapidamente la serotonina,
4 capsule al giorno per 15 giorni.

Magnesio B6 + Griffonia + Rodiola
5/stars
Ottimo prodotto: benefici dopo 4-5 giorni di assunzione

Il Magnesio contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, all’equilibrio elettrolitico, al normale funzionamento del sistema nervoso, alla normale funzione muscolare, al normale metabolismo energetico e alla normale funzione psicologica.

La Vitamina B6 contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, alla normale funzione del sistema immunitario, alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, alla regolazione dell’attività ormonale e al normale metabolismo energetico.

I semi di Griffonia favoriscono il normale tono dell’umore, il rilassamento (sonno e benessere mentale) ed il controllo del senso di fame.

Le radici di Rodiola favoriscono il normale tono dell’umore ed hanno proprietà tonico-adattogene (stanchezza fisica, mentale).

L’Acerola

Né eccitante come le compresse sintetiche di vitamina C (a cui tendiamo a rivolgerci), né acidificante come le arance in cui spesso pensiamo di trovarla, la vitamina C naturale aumenta l’energia, aiuta a combattere le infezioni minori e favorisce l’assimilazione del ferro di cui abbiamo bisogno.

La migliore fonte per farne il pieno? L’Acerola, le cui molecole rimangono attive anche dopo la lavorazione.
Come usarla? Prendine una compressa al giorno, dal momento in cui il clima inizia ad essere umido e non esitare a iniziare un trattamento a lungo termine (anche più di tre mesi). Puoi ripetere la cura regolarmente: l’organismo elimina automaticamente l’eccesso di vitamina C quindi… da usare senza restrizioni!

Acerola
Favorisce le naturali difese dell'organismo, azione di sostegno e ricostituente.
Potente antiossidante.

Acerola
5/stars
Mi è stato prescritto da un medico e mi ha aiutato molto questo inverno.

Consiglio extra: la vitamina C naturale non ha l’effetto eccitante per cui è nota la sua “cugina” sintetica. In fitoterapia, può essere presa anche alla sera, e rivelarsi calmante. Prova…

Succo di Olivello spinoso

Usato come trattamento preventivo o quando si comincia a sentirsi stanchi (generalmente un po’ prima delle feste di Ognissanti), anche il succo di Olivello spinoso è ricco di vitamina C naturale. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario ma anche a ritrovare una maggiore vitalità quando l’organismo inizia a risentire un certo calo di energia.

Come usarlo? Una fiala al giorno in un bicchiere d’acqua per un adulto (la metà per un bambino), lontano dai pasti.

Favorisce la funzione digestiva, ha proprietà rimineralizzanti e toniche per il trattamento di deficienze immunitarie e la prevenzione di infezioni. Ricostituente. Utile per trofismo e funzionalità della pelle.

Olivello Spinoso BIO
5/stars
Preparato ottimo dal sapore molto gradevole

Fitoterapia sì, ma fai attenzione all’alimentazione

Una buona dieta si adatta al clima: in autunno dovrebbe essere un po’ più ricca che in estate, perché consumeremo più energia per adattarci alle temperature non più miti.

Ecco gli alimenti dell’autunno, ideali per un’alimentazione equilibrata.

  • Broccoli: ricchi di vitamina C, calcio, beta-carotene.
  • Funghi di stagione: tutti contengono alti livelli di minerali e fibre.
  • Cavoletti di Bruxelles: vitamina C, calcio.
  • Cavolfiore: vitamina C, flavonoidi (un potente agente anti-invecchiamento), fibre.
  • Spinaci: ottimi per combattere il raffreddore perché contengono potassio, fibre e, soprattutto, selenio, un antiossidante difficile da trovare nelle verdure di stagione.
  • Avocado: importante contributo in minerali e soprattutto in lipidi monoinsaturi e quindi facilmente assimilabili.
  • Porro: condiscilo con tutti i tipi di salse e mangialo senza restrizioni perché è molto ricco di minerali (magnesio, potassio), fibre e betacarotene.
  • Pomodori: contengono molti minerali e licopene per combattere i radicali liberi che ci indeboliscono inutilmente.
  • Castagne: una verdura di stagione se mai ce ne fosse una, le castagne sono un piacere da mangiare e forniscono anche fibre, potassio
    vitamina E.
  • Nocciole: ricche di grassi insaturi, minerali e vitamina E.
  • Uva: il frutto di stagione di cui non bisogna privarsi, poiché è estremamente ricco di flavonoidi (un antiossidante) e di potassio.  Inoltre, fornisce molta energia!
  • Kiwi: ricco di energia, fornisce vitamina C e potassio in grandi porzioni.

Quando arriverà il freddo, aggiungi:

  • Sedano: rapa o a stelo, fornisce calcio, potassio, sodio, fibre e oligoelementi.
  • Cavolo: vitamina C, calcio, fibre.
  • Indivia: l'”insalata invernale” è ricca di potassio, fibre e selenio.
  • Salsefrica: contiene i principali minerali necessari per l’inverno (calcio, magnesio, ferro).
  • Erbe aromatiche: sono deliziose e hanno molte virtù, essendo ricche di vitamina C e caroteni (il basilico è raccomandato per le sue proprietà toniche e antispasmodiche, l’erba cipollina è stimolante e antisettica; il dragoncello è vermifugo; il prezzemolo è stimolante, vermifugo e depurativo).
  • Frutti esotici: mangiali senza moderazione, danno un sapore di sole e sono tutti molto ricchi di vitamina C, fibre e carotene (kiwi, ananas, frutto della passione, papaya, litchis, ecc.).
  • Clementine, mandarini e arance: sono i frutti invernali per eccellenza, poiché hanno livelli molto alti di vitamina C, calcio e flavonoidi.

Lascia un commento