Sei in: Home | Esercizio fisico regolare: un grande alleato contro l’artrosi

Esercizio fisico regolare: un grande alleato contro l’artrosi

19 luglio 2017

Esistono, in caso di artrosi, esercizi specifici adatti per combattere i dolori articolari e facilitare la flessibilità e la stabilità delle articolazioni.

Infatti, oltre alle buone abitudini da seguire e le posture da adottare, per alleviare i tuoi dolori la pratica regolare di esercizio fisico (anche moderato) è essenziale.

E, per regolare, si intende almeno una mezz’ora per 3 o 4 giorni a settimana.

In ogni caso, dovrai praticare esercizi mirati per rinforzare i muscoli (guaina), per intrattenere la flessibilità delle articolazioni e esercizi aerobici. Questa combinazione risulta essere davvero la più efficace, ma è opportuno evitare gli sport che comportano choc ripetuti e microtraumi, come ad esempio la corsa o il calcio.

Devi anche sapere che gli esercizi devono essere adattati alla severità dell’artrosi e, naturalmente, ne esistono di specifici a seconda della zona colpita.

In generale, sono raccomandate le attività dolci come il camminare, il nuoto (e l’acquagym) o la bicicletta.

Tuttavia, quali che siano gli esercizi, tieni sempre presenti queste semplici raccomandazioni:

  • pianifica un po’ di tempo per praticare i tuoi esercizi senza essere disturbato;
  • inizia gradualmente e senza forzature, soprattutto se non pratichi regolare esercizio fisico;
  • ricorda di respirare, per ossigenarti correttamente;
  • non forzare sulle articolazioni;
  • rispetta un tempo di pausa tra ogni esercizio;
  • aumenta il numero di serie, la difficoltà o la durata degli esercizi progressivamente, restando all’ascolto del tuo corpo e delle tue sensazioni;
  • cerca di essere regolare nella pratica senza scoraggiarti, perché spesso, per ottenere benefici,  serviranno diverse settimane.

Infine, dividi le tue sessioni in tre parti: esercizi per le articolazioni, esercizi per il rafforzamento muscolare e stretching.

Ti proponiamo, per iniziare, una sequenza completa indicata qualsiasi sia la zona interessata. Andremo poi più nello specifico con articoli dedicati alle patologie più frequenti.

Gli esercizi anti-artrosi del mattino

Ecco una mini-sessione per risvegliare e sbloccare le articolazioni, da fare nel tuo letto o su un piccolo tappeto da palestra, che ti permetterà di iniziare la giornata con un corpo più flessibile e meno doloroso.

Durata: circa 12 minuti.

Attenzione: lavora al tuo ritmo, tranquillamente e regolarmente. I tuoi movimenti non devono essere dolorosi.
In caso di dolore, parlane con il tuo medico.
Se sei portatore di protesi, occorre osservare una serie di precauzioni: non esitare a chiedere consiglio al tuo medico o fisioterapista.

artrosi lombo sacrale

Alleviare la zona lombo-sacrale

Questo esercizio aiuta ad alleviare la tensione muscolare, allunga i muscoli della parte bassa della schiena, mobilizza il bacino.

Come fare questo esercizio

Sdraiato, porta un ginocchio e poi l’altro verso il petto aiutandoti con le mani. Tira piegando i gomiti e ritorna fino ad estendere le braccia.
Fai 5 movimenti per ciascun ginocchio, alternativamente, senza appoggio al suolo.
Espira attraverso la bocca contraendo gli addominali quando porti il ginocchio verso di te.

Suggerimento:
Gonfia bene la pancia all’ispirazione e mantieni la parte lombare ben schiacciata al suolo per non inarcarti.

Durata dei movimenti:
Stretching: mantieni la posizione per alcuni secondi (da 6 a 10), fermandoti se diventa troppo doloroso.
Rafforzamento: serie di 5 movimenti, con una pausa più lunga (il doppio della durata dell’esercizio).


stiramenti coscia

Allungare la coscia

Questo movimento è utile per favorire l’allungamento del muscolo quadricipite.

Come fare questo esercizio

Sdraiati sul lato e avvicina il più possibile una gamba piegata al busto.
Piega l’altra e, con l’aiuto di una sciarpa o di una cintura, porta il tallone il più vicino possibile al gluteo. Mantieni il busto ben dritto.
Espira attraverso la bocca contraendo gli addominali quando tiri il ginocchio all’indietro.

Da fare 3-5 volte per lato.

Durata dei movimenti:
Stretching: mantieni la posizione per alcuni secondi (da 6 a 10), fermandoti se diventa troppo doloroso.
Rafforzamento: serie di 5 movimenti, con una pausa più lunga (il doppio della durata dell’esercizio).

mobilizzare le spalle

Rilassare le spalle

Questo esercizio è utile per mantenere l’ampiezza completa di elevazione anteriore delle braccia e conservare la mobilità delle spalle.

Come fare questo esercizio

Sdraiato, utilizzando un bastone o unendo le mani incrociando le dita, solleva il più possibile le braccia all’indietro: idealmente dovrebbero arrivare a livello delle orecchie.

Suggerimento:
Fai attenzione a non sollevare le spalle verso le orecchie: solo le braccia si muovono.

Durata dei movimenti:
Stretching: mantieni la posizione per alcuni secondi (da 6 a 10), fermandoti se diventa troppo doloroso.
Rafforzamento: serie di 5 movimenti, con una pausa più lunga (il doppio della durata dell’esercizio).

rinforzare gli addominali

Rinforzare gli addominali

Questo esercizio è utile per lavorare la fascia addominale e garantire il supporto dei muscoli della schiena.

Come fare questo esercizio

Posizione supina, ginocchia piegate, i piedi appoggiati al suolo.
Fai risalire un ginocchio verso il petto mentre lo spingi con una o entrambe le mani (contro resistenza).
Pensa a espirare quando fai salire il ginocchio e a non incurvare la schiena.

Durata dei movimenti:
Stretching: mantieni la posizione per alcuni secondi (da 6 a 10), fermandoti se diventa troppo doloroso.
Rafforzamento: serie di 5 movimenti, con una pausa più lunga (il doppio della durata dell’esercizio).

stirare la schiena

Allungare tutta la schiena

Questo esercizio è utile per ammorbidire tutta la colonna vertebrale, rilassare la schiena, allentare le tensioni.

Come fare questo esercizio

In piedi, posiziona il tronco ad angolo retto appoggiando le mani di fronte a te,  su una sedia, un tavolo o il davanzale di una finestra.
Espira tirando dentro la pancia e arrotondando la schiena, poi inspira gonfiando la pancia e inarcando la schiena. Attento a non sollevare le spalle.
Poi, sempre tenendo le mani appoggiate, solleva lentamente prima un braccio e poi l’altro, come un gatto che si stiri. Stai attento a mantenere la testa nel prolungamento della schiena.

Suggerimento:
Allarga le gambe un po’ più della larghezza del bacino.

Durata dei movimenti:
Stretching: mantieni la posizione per alcuni secondi (da 6 a 10), fermandoti se diventa troppo doloroso.
Rafforzamento: serie di 5 movimenti, con una pausa più lunga (il doppio della durata dell’esercizio).


SCARICA IL PDF CON GLI ESERCIZI
PER CONTRASTARE L’ARTROSI

POTREBBERO INTERESSARTI

Coxartrosi (artrosi dell’anca): 8 esercizi per stabilizzare l’articolazione

Previeni e combatti l’artrosi con integratori naturali


Prova la sinergia di questi due integratori fitoterapici, prescritti da anni in Francia da medici e ortopedici.

Kotor Silicio organico preserva e rivitalizza la struttura ossea, Kotor Articulations inibisce il dolore agendo efficacemente sul processo infiammatorio.

Sono consigliati cicli di minimo 2 mesi.


Kotor Silicio Organico

Kotor Silicio Organico
cura per 1 mese 33,50 €

[Leggi le recensioni]


Kotor Articulations

Kotor Articulations
cura per 1 mese 32,60 €

[Leggi le recensioni]

 

Scrivi un commento

NatureLab11:50