Sei in: Home | Libido in calo: risvegliate la fiamma del desiderio

Libido in calo: risvegliate la fiamma del desiderio

17 maggio 2016

Il desiderio sessuale non nasce da stimolazioni artificiali: è una componente naturale della nostra vita. Se la libido si è spenta, pensate agli aromi delle piante per un piacevole momento di risveglio dei sensi.

Sapori, sensi e virtù

Il desiderio può nascere solo se diverse condizioni sono soddisfatte ed è soprattutto un’espressione della nostra libido, questa “pulsione di vita”, come la chiamava Freud. La libido è sinonimo di vitalità, ed è il vigore fisico e psichico di cui disponiamo. Se c’è vitalità, basterà un contesto favorevole, tenerezza, carezze, risveglio dei sensi, perché il desiderio si manifesti.
E attenzione agli anti-afrodisiaci, come lo stress, la stanchezza, la mancanza di attenzione e considerazione del partner o la pillola anticoncezionale, che può disturbare molte donne (se questo è il vostro caso, chiedete al ginecologo un dosaggio più leggero).

E le piante?
Alcune stimolano la nostra vitalità e quindi la libido; altre sanno mettere i nostri sensi all’erta, grazie alle loro proprietà a ai loro aromi caldi, inebrianti e rassicuranti. Alcune poi fanno entrambe le cose.

Ecco una bevanda da condividere nei momenti speciali.
In caso di stress o stanchezza, associatevi un trattamento di fondo, come vedremo in seguito.

Alle vostre infusioni!

Mescolate le seguenti piante:

  • Cannella 30 g;
  • Zenzero 30 g;
  • Cardamomo 30 g;
  • Asperula 30 g;
  • Panace 30 g;

Preparazione: tagliare o tritare (se necessario) le piante perché la miscela sia omogenea. Per il cardamomo, schiacciare i frutti con i loro baccelli in un mortaio e sgranateli.
Mettere un cucchiaino di miscela per ogni tazza di acqua calda, lasciate in infusione per una decina di minuti, filtrare e bere in due, dopo cena o durante la serata.
Potete aggiungervi anche un po’ di latte vegetale (riso o mandorle) per armonizzare i sapori.
Naturalmente, questa preparazione non sarà afrodisiaca… “vostro malgrado”.

Le virtù

La Cannella (Cinnamomum verum) è riconosciuta come afrodisiaca per il suo effetto riscaldante e stimolante.
Il suo sapore e il suo profumo avvolgente risvegliano i sensi del gusto e dell’olfatto.

Lo Zenzero (Zingiber officinalis) è la carica vegetale tonificante! Il suo effetto sulla sessualità è rinomato.
Migliora anche la fertilità dell’uomo.

Il Cardamomo (Elettaria cardamomum) rilascia aromi molto piacevoli. Le sue virtù sono interessanti sul piano digestivo, ma qui si fa apprezzare soprattutto per il suo sapore.

L’Asperula (Galium odoratum) calma i nervi e ha un effetto antistress.

Il Panace (Heracleum sphondylium) è considerato una pianta stimolante per la sessualità. Il Dottor Leclerc (1870-1955), uno dei pionieri della fitoterapia moderna, la consigliava per i casi di impotenza o frigidità.

Non dimenticate il trattamento di fondo!

L’infusione è utile per risvegliare i sensi e avrà un’effetto piuttosto sottile sulla vitalità ma, per migliorare la libido, non c’è niente di meglio di una cura di piante adattogene!

In primo luogo la Schisandra (Schisandra chinensis), che è conosciuta per risvegliare i sensi e la vitalità. È molto
dolce, e adatta sia all’uomo che alla donna.
Fare cure da uno a due mesi, da 1 a 1,5 g al giorno, in polvere o capsula.

La Rhodiola (Rhodiola rosea) era offerta ai giovani sposi nelle regioni montuose della Russia e della Mongolia. Supporta la vitalità, la fertilità e la libido.
Cure di due mesi, seguendo la posologia indicata dal produttore.

Infine il Tribolo (Tribulus terrestris), riconosciuto per aumentare la libido nell’uomo e nella donna.
In polvere, prendere dai 250 ai 750 mg al giorno, da 1 a 3 mesi.

Scrivi un commento

NatureLab17:44