Sei in: Home | Alleviare il dolore delle afte

Alleviare il dolore delle afte

22 luglio 2015

Afte: « Pronto…? è il tuo corpo che ti parla! »

Le afte sono piccole ulcere che si formano sulla pelle, di solito all’interno della bocca: appaiono quando la pelle si apre e non si richiude, formando una ferita.

Come potete indovinare, il verificarsi di un’ulcerazione non è normale: quando la nostra pelle è ben nutrita e le nostre cellule sono sane, non solo nessun “foro” compare spontaneamente, ma la ferita si chiude da sola se, accidentalmente, vi bucate o tagliate con un oggetto.
Quando appare un’afte significa che c’è un problema nelle vostre cellule: il sistema immunitario può essere indebolito da stress, shock emotivo, da una cattiva alimentazione (carenze in vitamina B12, acido folico, ferro o zinco), da scarso igiene di vita, da stanchezza eccessiva per mancanza di sonno o superlavoro. Infine, le afte possono essere causate anche da farmaci che indeboliscono il sistema immunitario: antibiotici, radio e chemioterapia, immunosoppressori. I pazienti affetti da AIDS, il cui sistema immunitario è molto debole, ne soffrono spesso.

L’afte è un modo che il nostro corpo adotta per inviarci un segnale, facendoci un po’ male per impedirci di ignorarlo: « Io sto soffrendo, sono debole, mi manca qualcosa, preoccupati di me. »

E’ quindi l’occasione per fermarsi, riflettere, e prendere le misure adeguate per risolvere la causa del problema.

Fattori che provocano le afte

Quando si è indeboliti, basta mangiare un alimento che irriti la pelle (“ruvido” o piccante) perché l’ulcera (afte) compaia sulle gengive o all’interno della bocca. Formaggio piccante e salato (un buon groviera d’alpeggio per esempio), noci, cioccolato, pomodori (i pomodori in particolare hanno questa straordinaria capacità di provocare ulcerazioni). Naturalmente, sarete costretti ad evitare questi cibi perché ravvivano il dolore ma, siate consapevoli che normalmente la nostra bocca è fatta per mangiare questi alimenti e che non sono certo loro all’origine dell’afte, abbassate l’infiammazione nel vostro corpo prendendo omega-3 e diminuendo zucchero e grassi vegetali cotti, ripristinate il vostro sistema immunitario con una buona cura di probiotici, mangiate alimenti freschi, di stagione, privilegiando le verdure dai colori accesi e, in linea generale, adottate uno stile di vita sano.

Alleviare il dolore delle afte

Ora, in attesa di risolvere le cause di fondo legate allo stile di vita, vediamo come si può agire per ridurre il disagio provocato delle afte.
Due scuole di pensiero a confronto.
La prima suggerisce di “farsi male deliberatamente”, affinché il dolore poi si attenui (o sembri attenuarsi). Può sembrare strano ma, come spesso accade con i dolori in bocca, è qualcosa che si fa in modo naturale (premere dove fa male per sentire meno dolore… la lingua batte dove il dente duole).
C’è chi mette direttamente del sale sulle afte, e conta fino a cento prima di sputarlo. Il sale provoca immediatamente un dolore intenso, ma questo conduce al rilascio di endorfine che poi anestetizzano. Inoltre, il sale estrae l’acqua che è nella ferita, contribuendo a ridurre il gonfiore che può essere fastidioso, per esempio favorendo i morsi della parte lesa.
Un effetto simile può essere ottenuto mettendo del peperoncino sulla piaga: ci vuole un certo coraggio, certo, ma vale la pena tentare l’esperienza.
L’altra scuola suggerisce invece di alleviare il dolore al massimo: si possono fare gargarismi con tisane tiepide di salvia o di camomilla. Potete anche applicare sulla piaga un gel lenitivo all’aloe vera, dell’olio di borragine, o dell’argilla.
Infine, i collutori alla mirra sono riconosciute dalla Commissione E (comitato scientifico tedesco che valuta i prodotti a base di piante) come trattamento per le infiammazioni della bocca e della mucosa faringea. Versate 4 ml di TM di mirra in un bicchiere d’acqua e sciacquate la bocca più volte al giorno.
Una via di mezzo tra le due scuole, è masticare granuli di propoli (un tipo di resina elaborata dalle api): la propoli pizzica un po’ ma ha un potente effetto anestetico.

Rimedi casalinghi

Le afte sono i tipici problemi di salute per i quali ogni famiglia ha i suoi “trucchetti”, testati su più generazioni.
Se questo è il vostro caso, abbiate la generosità di condividere la vostra preziosa esperienza con un commento, grazie!

Scrivi un commento

NatureLab10:13