Sei in: Home | Bevi abbastanza acqua?

Bevi abbastanza acqua?

Hai difficoltà a pensare e a concentrarti? Mayday, mayday.

Il tuo organismo potrebbe essere semplicemente in mancanza d’acqua. Spiegazioni.

15:30, la tua capacità di concentrazione diminuisce pericolosamente e ti senti svuotato di energia: al tuo corpo manca acqua.
Tendiamo sempre a “dimenticare” di bere, ma l’acqua è comunque un carburante indispensabile per il nostro corpo. Piccolo campanello d’allarme: l’organismo è costituito al 60% di acqua, e può perderne fino a 1 litro e mezzo al giorno. Per mantenere la corretta idratazione del corpo, è vivamente consigliabile di bere acqua (preferibilmente mineralizzata, per sostituire i minerali persi) durante tutta la giornata (il tè e il caffè non contano). In caso contrario, gli effetti fisici e mentali si fanno rapidamente sentire.
Panoramica dei segnali di un organismo a secco.

Non riesci a riflettere

Il motore gira al minimo: esprimere un concetto in una frase degna di tal nome ti richiede impegno e la tua capacità di concentrazione è prossima a zero. Niente di più normale: c’è molta acqua nel cervello, e serve in particolare per gli scambi cellulari. Quando non si beve abbastanza le connessioni si fanno con più difficoltà, e le cellule sono come appassite. Senza contare che il sangue si addensa, circola con più fatica e non ossigena correttamente il cervello.

Sei irritabile

La cattiva connessione tra le cellule colpisce anche l’umore: la mancanza di acqua aumenta la sensibilità in generale e ci rende più intolleranti, e più taglienti. E così ci offendiamo, ci irritiamo, sbottiamo, magari per piccolezze.

Sbatti spesso le palpebre

Se si è a conoscenza che i nostri occhi contengono acqua, raramente si è consapevoli dell’impatto della mancanza di umidità sull’occhio. Ma il processo è logico: gli occhi sfarfallano quando si asciuga: quando si manca di acqua, si aprono e chiudono spesso le palpebre per forzare l’occhio a idratarsi.

Hai mal di testa

In caso di disidratazione l’acqua, presente principalmente nelle cellule dell’organismo, ha difficoltà a circolare verso il cervello. Gli scambi sono meno efficaci, e il cervello perde in elasticità: questo crea il dolore. Così, la prima cosa da fare prima di optare per un farmaco in caso di mal di testa, è bere un bel bicchiere d’acqua.

Vai pochissimo in bagno

La natura è ben fatta: quando l’organismo manca d’acqua, mantiene il poco che ha. Ecco il motivo per cui si va poco in bagno e si suda meno, se non si beve abbastanza durante il giorno. Il secondo segnale di una scarsa idratazione è il colore delle urine, che sarà più marcato perché meno diluite.

Ti “tira” la pelle

Anche se applichi ogni sera una crema per il viso, per quanto fantastica sia… niente! Hai comunque la sensazione di avere una pelle secca, tirata. Questo perché una cattiva idratazione colpisce il derma e l’epidermide, così la barriera cutanea non lavora più correttamente e le cellule non garantiscono più la tenuta. La pelle lascia allora passare microbi e allergeni, che causano irritazioni.

Il maquillage non tiene

La mancanza d’acqua impatti naturalmente sulla pelle e, quindi, sul tuo maquillage. Di solito, e con una buona idratazione, gli strati cellulari epidermici superiori sono ben sigillati e flessibili, ma quando non si beve abbastanza diventano meno contigui, e il trucco non aderisce.

La tua pelle perde elasticità

Siamo in estate eppure delle piccole rughe appaiono intorno agli occhi e alla bocca come tu fossi al freddo e al gelo? Probabilmente è causa solo di scarsa idratazione. Prova il test “plica cutanea”: per assicurarti che la tua pelle sia idratata correttamente, pizzica la pelle del braccio tra il pollice e l’indice. Una pelle che non ritorna rapidamente alla sua posizione originale  traduce una mancanza d’acqua.
Per rimediare, bevi più acqua e applica ogni sera una crema idratante e nutriente per ripristinare la barriera protettiva della pelle.

Infine, non trascurare la componente alimentare.

Gli acidi grassi omega-3 permettono la coesione delle cellule: fai rifornimento di pesce azzurro, frutta secca e oli vegetali ricchi di omega-3, e/o usa un integratore.

Omega-3-6-9

100% DI ORIGINE VEGETALE

OMEGA 3-6-9
2017-03-21T22:28:22+00:00

Scrivi un commento

NatureLab8:23