Sei in: Home | 1 notte di insonnia = 6 mesi di junkfood!

1 notte di insonnia = 6 mesi di junkfood!

7 gennaio 2016

Un recente studio americano ha dimostrato che una notte di insonnia riduce la sensibilità del nostro organismo all’insulina, proprio come se avessimo per sei mesi un’alimentazione molto grassa, aumentando così i rischi di diabete e di obesità.

Se avete dormito male la notte scorsa sappiate quindi che le conseguenze vanno ben al di là dei cerchi scuri sotto gli occhi…

Questo è quanto hanno dichiarato i ricercatori americani del celebre centro Cedars-Sinaï di Los Angeles (California) riguardo all’insonnia in occasione della settimana dell’obesità all’inizio di novembre; fatto divulgato dal sito della Obesity Society (American Society for Obesity Research).
I ricercatori hanno scoperto che la deprivazione di sonno colpiva la sensibilità all’insulina allo stesso modo di una dieta inadeguata, aumentando il rischio di obesità.
Per la cronaca, l’insulina è l’ormone che regola la quantità di glucosio nel sangue, facendolo consumare all’organismo (muscoli, massa grassa, etc.) e diminuendone la produzione da parte del fegato.

“Quando il corpo diventa meno sensibili all’insulina è costretto a produrne di più,  per mantenere il tasso di glicemia ad un livello stabile. Questo può portare al diabete di tipo 2, una malattia che impedisce all’insulina di rispondere correttamente e che implica che vi sia troppo zucchero nel sangue. Il diabete è associato ad una serie di gravi complicanze, tra cui le malattie cardiache”, hanno precisato i ricercatori.
L’esperimento scientifico è stato condotto su otto cani, cui è stata misurata la sensibilità all’ormone prima e dopo essere stati sottoposti ad una dieta grassa e prima e dopo una notte di deprivazione di sonno.

E la mancanza di sonno riduceva la sensibilità all’insulina del 33%, mentre la dieta ricca di grassi solo del 21%.

“Una notte di deprivazione totale di sonno può essere dannosa per la sensibilità all’insulina come sei mesi di una dieta alimentare ricca di grassi. Questa ricerca dimostra l’importanza del sonno per mantenere i corretti livelli di glucosio nel sangue e ridurre il rischio di malattie metaboliche come l’obesità e il diabete” ha dichiarato Josiane Broussard, autrice dello studio.

Il sonno è essenziale per mantenere l’equilibrio corporeo

Se gli scienziati concordano sul fatto che ulteriori ricerche dovranno identificare le cause dell’interrelazione tra insonnia e dieta, Caroline M. Apovian, membro e portavoce della Obesity Society, dichiara che è “essenziale che i professionisti del settore sanitario evidenzino l’importanza del sonno ai loro pazienti. Infatti, se molti di questi comprendono la necessità di seguire una dieta equilibrata, potrebbero non avere una chiara idea di come anche il sonno sia essenziale per mantenere l’equilibrio del nostro organismo.” 

Questi risultati si sommano ad altri, che avevano già dimostrato le liaisons dangereuses tra il sonno e l’obesità.
Nel 2012 Karine Spiegel, ricercatrice all’Inserm in Francia, ha spiegato che una deprivazione di sonno dai 2 ai 7 giorni altera la regolazione dell’appetito e porta a mangiare di più e male: “La leptina (dal greco leptos, cioè snello: un ormone che segnala al cervello che si è mangiato a sufficienza), è diminuita, mentre la grelina (un altro ormone che stimola la fame) è aumentata, così come la sensazione di fame e l’appetito. Altri studi dimostrano che soggetti in deprivazione di sonno mangiano di più, e alimenti più grassi e più zuccherati.
Più di recente, nel marzo del 2015, sono stati pubblicati dall’istituto nazionale francese del sonno e della vigilanza (INSV) i risultati di uno studio condotto su 49.086 utenti di internet (37.846 donne e 11.240 uomini, da gennaio a giugno 2014), che ha dimostrato come i rischi di obesità siano superiori in chi dorme poco e soffra di insonnia: fino al 50% in più per uomini e 34% in più per le donne.

Quindi, per proteggere la vostra salute (ed evitare di cambiare il guardaroba), ottimizzare il vostro tempo di sonno (minimo sette ore), seguite un’alimentazione equilibrata e praticate un’attività fisica.

La fitoterapia può aiutarvi a ritrovare un equilibrio e a sconfiggere l’insonnia, e sul sito del progetto InformaSonno (nato per valorizzare il sonno e il dormire bene per il nostro benessere psicofisico) troverete molte utili informazioni.

Consigliati da NatureLab

Insomnia

Insonnia

Insomnia
Iperico Composto

Relax e benessere

Iperico Composto
Phyto-Erg 31

Ansia & nevrosi

Phyto-Erg 31
Serena Complex

Equilibrio & serenità

Serena Complex

Scrivi un commento

NatureLab10:36